Contenuto Principale

“I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

(Laura Giulia D'Orso). Il 7 Aprile 2004 viene ritrovato l’aereo di Antoine de Saint-Exupéry abbatt...

Giovannini 2019

Si terrà lunedì 24 giugno come da tradizione alle ore 12.00 in Piazza Roma, sotto i portici dell’Are...

La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

Niki Lauda, la leggenda della Formula 1, si è spento il 20 maggio in una clinica svizzera. Aveva 70 ...

In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

Gli articoli 20 e 27 del Regolamento del Parco di Monza e dei Giardini Reali sono chiari: i cani dev...

SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

Sabato 8 giugno, con il Corteo storico, inizia la seconda edizione del «Summer Monza 2019», il gra...

  • “I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Giovannini 2019

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50
  • SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

    Sabato 07 Ottobre 2017 10:00

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Cultura & Tempo Libero
O Capitano, mio Capitano .... PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 
Mercoledì 05 Giugno 2019 18:17

o cap (Laura Giulia D'Orso). Sono trascorsi trent’anni e sembra ieri, correva il 2 giugno in Canada e, successivamente il 9 giugno negli Stati Uniti, un formidabile Robin Williams resterà per sempre impresso nelle generazioni di noi allora ventenni. Un professore, quel professore che sono sicura tutti hanno avuto almeno una volta la fortuna e l’onore di incontrare nel loro cammino scolastico.  John Keating, professore di lettere dell'"Attimo Fuggente", colui che arriva in un college americano ma potrebbe benissimo essere in un’altra scuola del mondo e ti rapisce con la sua certezza nelle arti, nella cultura, nella letteratura e che, alla prima lezione strappa le pagine del libro di testo, perché non è solamente su quelle pagine teoriche che s'impara a leggere la poesia.

Il professore che sale sulla cattedra e da lì, in piedi, in giacca e cravatta, dimostra ai ragazzi che non bisogna fermarsi alle solite certezze. Il sapere più grande è infinito e lo si deve saper vedere da più angolazioni.

Quel John Keating è il professore che affascina i suoi studenti a tal punto da far loro rifondare il gruppo dei “Poeti Estinti”, a trovarsi la sera di nascosto in una grotta per leggere poesie; è il professore che dice a un suo studente che se il teatro è la sua strada la deve seguire fino in fondo, a costo di contrapporsi al padre. Perché l’arte è passione, è vita.

E’ il professore di letteratura che ama tutta la letteratura in modo dirompente, la insegna proprio perché la ama e, per contagio, la fa amare. Perché insegnare è contagiare. Passare la passione, trasmetterla come una malattia.

Non è scontato che si ami la materia che s'insegna, ma così dovrebbe essere.

È quello l’amore che si racconta nel film “L'attimo Fuggente”. Non c'entrano la scuola, le riforme, il ministero, la maturità, il voto…

Leggi tutto...
 
La lezione del professore Sgarbi PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Mercoledì 05 Giugno 2019 07:59

sgarbiGiovedì 20 giugno - ore 21 - Piazza Roma - Portici Arengario

Torna a Monza il professor Vittorio Sgarbi, critico d’arte ed esteta, per una delle sue lectio magistralis. L’appuntamento con il pubblico - a metà tra uno spettacolo e una vera e propria conferenza – sarà dedicato alle bellezze e al patrimonio monumentale e architettonico della nostra città, spaziando tra storia, arte e letteratura. Le sue riflessioni partiranno dai monumenti più rappresentativi della Lombardia e, in particolare, di Monza fino all’esame di alcune opere custodite nei Musei Civici: un appuntamento da non perdere per scoprire o riscoprire alcuni degli aspetti inediti del nostro patrimonio artistico.

 
Monza, acquerelli sardi e acquerelli brianzoli in mostra PDF Stampa E-mail
Mercoledì 05 Giugno 2019 07:28
acqiarelli sardiSuccesso per l'esposizione organizzata dal Comune di Biassono in collaborazione con il Circolo "Sardegna" per la mostra dedicata agli acquerelli della Sardegna e della Brianza. Un'iniziativa all'insegna dello scambio artistico e culturale, organizzata da anni sul territorio dal Comune in collaborazione con il Circolo culturale Sardegna e la scuola Atl di Villa Monguzzi a Biassono.
La mostra, realizzata anche con il Patrocinio della Regione Sardegna, resterà esposta a nella città brianzola fino al 9 giugno. Quindi si trasferirà a Concorezzo, in Villa Zoia, nell'ambito della Festa Popolare Sarda in programma dal 21 al 23 giugno.
Un appuntamento che il Circolo Sardegna di Monza, Concorezzo e Vimercate, realizza tutti gli anni dal 1993, per fare conoscere la cucina sarda, il folklore e le bellezze dell'Isola
 
Rassegna estiva delle Compagnie teatrali cesanesi PDF Stampa E-mail
Venerdì 31 Maggio 2019 22:09
Serate insieme in allegria - Patrocinata dall'Amministrazione Comunale, prende il via sabato 1 giugno l'edizione 2019 di "E...state a teatro", la rassegna estiva proposta dalle compagnie teatrali amatoriali cesanesi in ricordo di Gianni Borsa giunta quest'anno alla 5^ edizione.
Tutti gli spettacoli si svolgeranno nel cortile d'onore di Palazzo Arese Jacini, ad offerta libera (con prenotazione suggerita ai numeri in calce).
 
Sono circa 150 le persone, tutte appassionate di teatro, non solo artisti ma anche costumisti, scenografi, tecnici, registi ecc., che con questi spettacoli mettono in scena un lavoro frutto di mesi di preparazione e di tanta passione. Passione che, con empatia, riescono a trasmettere agli spettatori che assistono alle rappresentazioni, tutte di genere brillante .
 
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 67
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Io sto con la Legge Italiana :#io NON sto con Carola

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso). Sarà che sono stata “tirata su” a pane, studio, sport e disciplina. Sarà che se vìoli le regole dello sport che pratichi sei fuori dai giochi. Sarà che è sempre più facile per chiunque dire sì che opporre un divieto, sarà che in uno Stato di Diritto quale l’Italia è, si presuppone che l’agire dello Stato sia sempre vincolato e conforme alle Leggi vigenti e lo Stato stesso sottopone esso medesimo al rispetto di Codici e di Costituzioni scritte, sarà per questo che #io NON sto con Carola! Si chiamasse pure Paola o Cristina e fosse francese o italiana non farebbe alcune differenza per me.
Trasformata da imbellettati e ricchi esponenti di sinistra in paladina, la signorina in questione ha violato la legge italiana. Intenzionalmente e volutamente. Riprendendo il tormentone della sinistra di qualche tempo fa (ma non gli è bastata la batosta elettorale!?!) del “senza se e senza ma” … in Italia si applica in maniera pragmatica la legalità e non si pretenda perciò di forzare il Codice di diritto del Mare e della Navigazione, il cui codice ho avuto modo di leggerlo già all’epoca dei Marò detenuti illegalmente in India.