Contenuto Principale

“I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

(Laura Giulia D'Orso). Il 7 Aprile 2004 viene ritrovato l’aereo di Antoine de Saint-Exupéry abbatt...

Giovannini 2019

Si terrà lunedì 24 giugno come da tradizione alle ore 12.00 in Piazza Roma, sotto i portici dell’Are...

La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

Niki Lauda, la leggenda della Formula 1, si è spento il 20 maggio in una clinica svizzera. Aveva 70 ...

In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

Gli articoli 20 e 27 del Regolamento del Parco di Monza e dei Giardini Reali sono chiari: i cani dev...

SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

Sabato 8 giugno, con il Corteo storico, inizia la seconda edizione del «Summer Monza 2019», il gra...

  • “I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli tutto ogni volta.”

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Giovannini 2019

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • La morte si è portato via l’uomo, non la leggenda

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • In arrivo gli "Angeli del Parco" di Monza

    Sabato 07 Ottobre 2017 09:50
  • SUMMERMONZA2019»: l'estate è adesso

    Sabato 07 Ottobre 2017 10:00

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Imprese di Valore: premiate 23 eccellenze lombarde PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lunedì 27 Novembre 2017 21:41
210 mila euro ai progetti più meritevoli. Oltre 160 le candidature arrivate per il contest di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia
che ha premiato le imprese del territorio in 5 categorie: innovazione, comunicazione, prodotto, continuità generazionale e impegno sociale

165 imprese della Lombardia che hanno partecipato al contest, 23 eccellenze premiate e un montepremi complessivo di 210 mila euro: sono questi i numeri principali di Imprese di Valore, l’iniziativa di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per premiare le migliori realtà aziendali del territorio.
 
Imprese di Valore ha valorizzato le idee vincenti che hanno permesso alle imprese di compiere un significativo progresso, di meglio posizionarsi sul mercato di riferimento rispetto ai concorrenti e di promuovere quelle buone prassi aziendali in grado di stimolare competitività e nuovi progetti sul territorio.
 
Le 23 migliori aziende lombarde hanno concorso in 5 categorie – innovazione, comunicazione, prodotto, continuità generazionale e impegno sociale – e convinto una giuria, composta da rappresentanti di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, che ha assegnato 15 mila euro ai primi 3 tre classificati, 12 mila euro ai successivi cinque, 10 mila euro dal 9° al 14° classificato e 5 mila euro alle imprese che si sono aggiudicati gli altri 9 riconoscimenti.
 
Sul gradino più alto del podio tre imprese delle province di Monza e Brianza, Varese e Milano:
Capital Acque srl, di Bernareggio, ha ricevuto il premio per la categoria “Impegno sociale”, Comerio Ercole, di Busto Arsizio, ha primeggiato nella categoria “Continuità generazionale”, mentre Moxoff spa ha vinto nella categoria “Innovazione”.
 
Le premiazioni si sono svolte nel suggestivo contesto del Belvedere, al 39° piano di Palazzo Lombardia, alla presenza di Mauro Parolini, Assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, e di Gian Domenico Auricchio, Presidente di Unioncamere Lombardia. La giornalista Anna Marino, conduttrice del programma “Voci di Impresa” su Radio 24, ha moderato la serata.
 
L’evento è stato impreziosito dalle testimonianze di importanti imprenditori lombardi, testimonial delle cinque categorie in gara, che hanno raccontato le proprie best practice:
•    Gian Domenico Auricchio (Amministratore Delegato Gennaro Auricchio spa), per la categoria “Prodotto”
•    Monica Santini (Amministratore Delegato Santini Maglificio Sportivo srl), per la categoria “Innovazione”
•    Anna Maria Ganassini (Vicepresidente Istituto Ganassini), per la categoria “Impegno sociale”
•    Niccolò Branca (Presidente e Amministratore Delegato Fratelli Branca Distillerie srl), per la categoria “Comunicazione”
•    Marco Pasetti (Presidente e Amministratore Delegato Farmaceutici Dott. Ciccarelli spa), per la categoria “Continuità generazionale”.
 
“Troppo spesso le storie di successo non fanno rumore e la retorica della crisi economica nasconde casi di eccellenza che il sistema produttivo lombardo continua ad affermare – dichiara Mauro Parolini, Assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia –. Per questo abbiamo sostenuto e finanziato questo concorso, per raccontare e premiare il valore che le imprese creano in Lombardia ogni giorno, esempi di buone pratiche che sono anche simbolo di speranza in un momento contraddistinto da segnali di ripresa incoraggianti”.

“Le imprese di successo non sono solo impegnate a ottenere risultati economici positivi, ma anche a rispettare pienamente le loro caratteristiche distintive a farne elemento di competitività – commenta Gian Domenico Auricchio, Presidente di Unioncamere Lombardia. La novità del premio Imprese di Valore è proprio questa: raccogliere le esperienze dirette di imprenditori lombardi che hanno saputo declinare al meglio il loro impegno sociale, la capacità di evolversi nel tempo, innovare e comunicare per farle conoscere diffondendole”.
 
 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Io sto con la Legge Italiana :#io NON sto con Carola

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D'Orso). Sarà che sono stata “tirata su” a pane, studio, sport e disciplina. Sarà che se vìoli le regole dello sport che pratichi sei fuori dai giochi. Sarà che è sempre più facile per chiunque dire sì che opporre un divieto, sarà che in uno Stato di Diritto quale l’Italia è, si presuppone che l’agire dello Stato sia sempre vincolato e conforme alle Leggi vigenti e lo Stato stesso sottopone esso medesimo al rispetto di Codici e di Costituzioni scritte, sarà per questo che #io NON sto con Carola! Si chiamasse pure Paola o Cristina e fosse francese o italiana non farebbe alcune differenza per me.
Trasformata da imbellettati e ricchi esponenti di sinistra in paladina, la signorina in questione ha violato la legge italiana. Intenzionalmente e volutamente. Riprendendo il tormentone della sinistra di qualche tempo fa (ma non gli è bastata la batosta elettorale!?!) del “senza se e senza ma” … in Italia si applica in maniera pragmatica la legalità e non si pretenda perciò di forzare il Codice di diritto del Mare e della Navigazione, il cui codice ho avuto modo di leggerlo già all’epoca dei Marò detenuti illegalmente in India.