Contenuto Principale

FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

Fise Are, Associazione Imprese Servizi di Recapito Postale e Parcel accoglie con plauso l'approvaz...

Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

ALDAI-Federmanager guarda con cauto ottimismo ai dati sull'occupazione, analogamente a quanto esplic...

Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

A Teen Parade di Radioimmaginaria gli adolescenti hanno parlato del loro futuro lavorativo e di ro...

Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

Cresce al 3% la previsione di assunzioni in Italia per il prossimo trimestre I datori di lavoro m...

Vendite a domicilio in aumento

Il presidente di Univendita Ciro Sinatra: «Risultati migliori rispetto al commercio tradizionale, ...

  • FISE ARE accoglie con plauso l'approvazione del Ddl Concorrenza

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:28
  • Disoccupazione in calo in Italia: il commento di ALDAI-Federmanager

    Lunedì 07 Agosto 2017 21:33
  • Gli adolescenti temono l'intelligenza artificiale

    Domenica 10 Settembre 2017 20:48
  • Previsioni di assunzioni in crescita in Italia

    Giovedì 14 Settembre 2017 05:43
  • Vendite a domicilio in aumento

    Martedì 19 Settembre 2017 06:09

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Il centro sportivo “Villa Reale Tennis” apre al pubblico PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 08 Settembre 2015 20:45
150908 villarealetennisIl “Centro sportivo Villa Reale di Monza” ha aperto ufficialmente al pubblico ieri, lunedì 7 settembre, con lezioni prova gratuite per bambini e ragazzi: in calendario anche corsi di avvicinamento e di perfezionamento rivolti ad adulti e bambini.
L’impianto sportivo si estende su una superficie complessiva di oltre 20mila metri quadri. Dispone di otto campi da tennis in terra rossa e una datata club house. Il progetto “Villa Reale Tennis” di Francesco Landrini, Carlo Colombo e del tecnico federale Duvier Medina ha vinto il bando di gara indetto dal Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. I soci hanno preso in mano le chiavi della struttura lo scorso luglio: la concessione ha durata di 14 anni e prevede il pagamento di un canone d’affitto annuo di 40.400 euro. Altri 700mila gli euro che saranno investiti per la ristrutturazione della club house e l’acquisto di attrezzature. Inizia così un nuovo capitolo nella storia dell’impianto sportivo di via Boccaccio.

Partiranno nei prossimi giorni i lavori di ristrutturazione dell’area di 132 mq destinata agli spogliatoi, maschili e femminili, e all’ufficio segreteria del centro: saranno completati entro la metà di ottobre. Contemporaneamente quattro campi, a partire dalla metà di ottobre, saranno coperti con nuovi palloni a risparmio energetico, così come di ultima generazione saranno le caldaie impiegate: un intervento che permetterà di abbattere le emissioni di oltre il 50%. A seguire prenderà il via anche la ristrutturazione della club house: prevista in primavera l’apertura di un bar e di un ristorante. Attualmente si accede all’impianto varcando lo storico portale di via Boccaccio, ma in futuro, per questioni di sicurezza, questo resterà solo pedonale: le auto entreranno da un secondo ingresso, da realizzarsi nel controviale, da cui si accederà a un parcheggio da oltre 40 posti.

«Vorremmo creare un vero e proprio centro di eccellenza all’interno di una location che gode di una posizione privilegiata. Ci troviamo a due passi dal centro storico di Monza, vicinissimi alla Villa Reale e all’interno di un parco secolare – dichiarano i soci – Sono bastate poche settimane di lavori per regalare al centro sportivo un’atmosfera tutta nuova. Puntiamo anche molto sulla club house, che aprirà al pubblico completamente riammodernata, e sul ristorante, che internamente conterà circa cento posti a sedere e disporrà anche di un’area esterna nei mesi estivi. Non sarà più un circolo privato, ma un centro aperto a chiunque abbia intenzione di avvicinarsi alla disciplina».
Il centro, aperto a tutti, offrirà comunque la possibilità di iscriversi: gli iscritti godranno di numerose agevolazioni, tra cui la possibilità di utilizzare un innovativo sistema gestionale disponibile online. Innovativo anche il sito internet, villarealetennis.it, di prossima attivazione: accedendo al portale gli iscritti avranno la possibilità di prenotare i campi, corrispondere la quota per la scuola tennis per i giovani, rinnovare le quote di iscrizione e interagire nella sezione “social”.

Particolare attenzione verrà dedicata alle giovani leve. A tal proposito il tecnico federale Duvier Medina, che vanta notevoli risultati ottenuti con i ragazzi del Villasanta tennis club, sarà coadiuvato da sei maestri federali e da due preparatori atletici di notevole esperienza nel settore giovanile.

«Il nostro obiettivo è quello di creare una scuola di tennis che possa presto diventare un punto di riferimento per l’intero territorio della provincia, e non solo», concludono i tre, amici ancora prima che soci, uniti dalla passione per il tennis e per la città di Monza.
«Con l'affidamento della gestione dell’impianto sportivo, avvenuto mediante una selezione pubblica e trasparente, proseguono sia l’opera di riordino delle concessioni che abbiamo avviato negli ultimi anni, sia il progetto di valorizzazione del complesso costituito dal parco di Monza e dalla sua Reggia, ricco di beni che abbiamo il dovere di amministrare e valorizzare al meglio nell'esclusivo interesse degli enti proprietari e dei cittadini – dichiara il presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza Roberto Scanagatti – Con questo affidamento saranno così realizzati importanti interventi di recupero, che il concessionario si è impegnato a realizzare sotto l'egida della Sovrintendenza dei Beni storici e Culturali».

Bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni potranno partecipare a lezioni di prova gratuite fino al 18 settembre, dalle 16 alle 18.30. Prove gratuite per gli adulti il 17 e il 18 settembre dalle 18 alle 19.30. I corsi di avviamento e di perfezionamento prenderanno il via il 28 settembre, per concludersi il 3 giugno 2016. Dal prossimo anno, in collaborazione con le autorità preposte, quattro ragazzi delle scuole monzesi verranno avviati alla pratica del tennis a spese del centro sportivo.

 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

Il mio Presepe

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso). Quest’anno ho deciso di fare due Presepi, uno in casa ed uno in ufficio. E ho deciso intenzionalmente di farlo perché è un simbolo, il mio simbolo, il simbolo della mia casa. In un paese dove sembra che costruire un Presepe sia quasi un’offesa verso le altre culture io non lo credo. In quel Presepe ci sono io, c’è la mia cultura, c’è il mio passato ed il mio presente e vorrei ci fosse il mio futuro. Ci sono i miei valori, c’è la mia civiltà e tutto questo ….. è nel mio Paese. Non offende un bambino in una mangiatoia che scappa con la famiglia da Erode, non offende un bambino che nasce in una grotta osannato da angeli ed umili pastori. Suvvia, non può offendere nessuno! Il mio Presepe è particolare. Mi è stato portato tanto tempo fa da Betlemme, da un prete al seguito del cardinale Carlo Maria Martini. Piccolo, di porcellana, fragile ed indifeso in quel viaggio aereo come lo è quella piccola famiglia che rappresenta. Quel Bambino non chiede regali costosi, non vuole omaggi adulatori, non ama il consumismo e regali costosi, non pasteggia con pranzi prelibati, con onerose pietanze per la cena.
Anzi, resta stretto nel tepore delle braccia di Sua Madre.
Poi con il tempo il mio piccolo Presepe si è arricchito di altri due piccoli Gesù che maestre molto capaci ed intelligenti dei miei figli hanno fatto plasmare da mani infantili con il Das, quella pasta per modellare che forse oggi non si usa neanche più. E così il Presepe è diventato suo malgrado Uno e Trino. Un solo Dio e tre Persone divine: Padre, Figlio e Spirito Santo, tutto racchiuso in venti centimetri quadrati: la mia cultura, la mia Fede, la mia religione, la mia vita.

Leggi tutto...

Se Starbucks non conosce bene la storia d’Italia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(Laura Giulia D’Orso) Correva l’anno 1882 e il governo italiano guidato da Depretis comprava la Baia di Assab dalla società Rubattino per 104.100 lire. Lo Stato Italiano decideva quindi di avviare la sua politica coloniale seguendo l’esempio di altri stati europei come la Francia, il Belgio e l’Inghilterra. Da un lato, c’era il desiderio di non essere assenti dalla spartizione del continente africano, dall'altro c’era la reale necessità di trovare uno sbocco alla sovrabbondanza della popolazione.

Leggi tutto...

 

 
>