Parco reale, Villa Mirabello, veduta laterale; stampa all'albumina montata su cartoncino. (fonte bibl.: Cassanelli R., Il Parco e la Villa Reale di Monza, Silvana editoriale, Milano 1999) - Bianchi, Gerardo (?) (sec. XIX, seconda metà)Parco reale, Villa Mirabello, veduta laterale; stampa all'albumina montata su cartoncino. (fonte bibl.: Cassanelli R., Il Parco e la Villa Reale di Monza, Silvana editoriale, Milano 1999) - Bianchi, Gerardo (?) (sec. XIX, seconda metà)

(CS) Dopo il successo della scorsa estate con cinque concerti nello splendido chiostro di Villa Mirabello, a Milano, in via Villa Mirabello 6, torna da giovedì 7 marzo 2024 alle ore 20.30 la seconda edizione della rassegna musicale Villa Mirabello Classica 2024 – Armonia tra suono e bellezza. Con l’attenta direzione artistica di Alessio Bidoli, viene promossa una rassegna musicale di sempre maggior prestigio.

È un’importante occasione per presentare ai milanesi questa splendida villa viscontea, costruita al confine del quartiere Maggiolina nella seconda metà del XV secolo, recentemente tornata all’antico splendore con un adeguato intervento strutturale e un accurato restauro conservativo. Fondazione Villa Mirabello Onlus, oltre a eventi artistici  e culturali è impegnata a promuovere attività sociali nell’ambito della fragilità, con particolare attenzione a persone portatrici di disabilità complessa. Gli eventi in programma, come lo scorso anno, si avvalgono della preziosa collaborazione di Milano Classica, realtà milanese che si distingue per la capacità di creare format culturali innovativi per la promozione della musica classica in Italia. I concerti verranno tenuti in due diversi periodi: tre eventi nel mese di marzo e tre durante il mese di giugno. Un nuovo straordinario itinerario per scoprire e ascoltare musica classica in un luogo dove la cultura e la bellezza sono solo alcuni degli ingredienti che rendono gli appuntamenti un’esperienza da vivere. Il primo concerto in programma il 7 marzo, vede protagonisti il duo pianoforte – violoncello di Pierluigi Camicia e Vito Paternoster, musicisti di fama internazionale che nel programma “La voce del violoncello” proporranno l’ascolto di musiche di Mendelssohn, Beethoven, Wagner, Rachmaninov e di Vito e Mariano Paternoster.

Il 14 marzo è la volta di Andrea Bacchetti, virtuoso del pianoforte, che nello spettacolo “Da Bach a Chiambretti, quattro secoli di musica in TV”, mette a confronto mondi sonori e culturali apparentemente tanto distanti fra loro e, nel contempo, vicini per bellezza e forza emotiva. Il 21 marzo, a conclusione della prima parte della rassegna, si esibirà l’Amaranta Trio che unisce le sorelle Silvia e Stella Cattaneo, rispettivamente al pianoforte e al violino, al violoncello di Ester Vianello per “Le stagioni della musica”, programma vario e coinvolgente con musiche di Mendelssohn e Piazzolla. La rassegna, sempre di giovedì ma alle ore 21, riprenderà con tre concerti estivi nello splendido chiostro in stile medievale, impreziosito dalla fontana viscontea detta del “Mangia Bagaj”. Il 13 giugno esordirà il Nuovo Trio Italiano d’Archi con Alessandro Milani (violino), Luca Ranieri (viola) e Pierpaolo Toso (violoncello), prime parti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, che eseguiranno, nel programma “Serenata d’archi”, brani di Schubert, Boccherini, Haydn e Beethoven. Il 20 giugno verrà proposto lo spettacolo “Pau Casals: la musica di JFK”: un viaggio musicale che vede protagonisti la giovane e talentuosa Erica Piccotti al violoncello e Stefano Valanzuolo, noto critico musicale e conduttore radiofonico di RAI-Radio3, che sarà voce narrante di un racconto da lui stesso ideato. Uno spettacolo che, al di là del romanticismo che lo ispira, celebra a poco più di 50 anni dalla morte di Casals e di 60 anni dall’assassinio di Kennedy un doppio anniversario che unisce la musica con la storia. Il 27 giugno la rassegna si concluderà con “Il Carnevale degli animali”, un concerto per pianoforte a 4 mani che vedrà il duo formato da Eliana Grasso e Irene Veneziano impegnato in brani di Rachmaninov/Tchaikowsky, Moszkowski, Grieg, Brahms e Garban/Saint-Saëns.

I promotori e gli organizzatori di questa seconda rassegna, contando di replicare il successo della prima edizione, auspicano di essere ripagati da ascolti di grande qualità, favorendo al tempo stesso la curiosità di tutti coloro che avranno la possibilità di scoprire o riscoprire le bellezze nascoste della storica villa, nonché le sue molteplici iniziative artistico-culturali e di solidarietà sociale.

È possibile acquistare i biglietti per partecipare a Villa Mirabello Classica 2024 al seguente link: https://bit.ly/villamirabelloclassica2024

Costo dei biglietti:

Intero: € 10 – Ridotto (under 18, over 65, disabili): € 8

Di admin