Iniziano oggi i playout che, a conti fatti, certificano la pessima stagione giocata dal Teamservicecar. Si parte da Breganze, affrontato già una settimana fa, con il desiderio di chiudere al più presto il discorso salvezza. In caso di risultato positivo le prossime due giornate casalinghe potrebbero essere affrontate con la dovuta tranquillità. Al contrario, l’intera stagione si giocherebbe nei prossimi 100 minuti al Palasport di Biassono. Il Monza, seppure giovane, ha ormai acquisito una certa esperienza. Zucchetti, Tamborindegui, Galimberti, hanno alle spalle centinaia di partite e dovranno essere loro a trascinare i compagni. Anche se proprio il capitano vive un momento di difficoltà “Sono reduce da una botta rimediata a Forte che si sta rivelando più complicata del dovuto. Spero di esserci, ma sono davvero in pessime condizioni”. A Breganze ci si giocherà buona parte del futuro “Iniziamo con tanti rimpianti, perché sono troppi mesi in cui non riusciamo a raccogliere punti. Vincendo un paio di partite dovremmo essere già più sereni. Ovviamente la squadra dovrà essere trascinata da noi più anziani, gente che ha fatto qualche partita in più e qualche playout purtroppo l’ha giocato. Sappiamo che saranno quattro partite fondamentali per la società e per il nostro futuro. Gli avversari che andiamo a incontrare sono alla pari con noi, anche se penso che tra le tre, restiamo sempre i più forti, però ovviamente il momento non ci sorride. Sabato dobbiamo dare 120% e lasciarci alle spalle questa difficile stagione“.

Di admin